Il 28 ottobre scorso, Tesla ha presentato Solar Roof.

Ma che cos’è il Solar Roof?

Dall’inglese “tetto solare”, l’idea di Tesla è quella di sostituire le tegole attuali con piccoli pannelli fotovoltaici che evitino al proprietario di installare un fotovoltaico considerato da molti anti-estetico.

Nei giorni successivi Elon Musk, CEO della società, ha dichiarato che il solar roof costerà come, o addirittura meno, di un tetto normale. Alcuni dicono che questo non è possibile, ma Elon ha dimostrato più volte di riuscire a perseguire anche gli obiettivi più impensabili: la sua SpaceX ne è un esempio.

Una casa con il solar roof
Una casa con il solar roof

Il tetto solare sarà disponibile in tre versioni: Tuscan (che richiama i tetti Toscani appunto), slate (che ricorda i tetti in Pietra di Luserna), smooth (una sorta di tetto di vetro nero) e textured (che ricorda vagamente i tetti francesi). Non si sa ancora quando sarà acquistabile, ma è probabile che non sia prima dell’autunno 2017. La recente acquisizione di SolarCity da parte di Tesla è un chiaro segnale della volontà di unire le forze per costruire un mondo sempre più sostenibile.

Non dimentichiamo il PowerWall!

Durante l’evento, Elon ha presentato anche la seconda versione del PowerWall, la batteria per la casa che permette di utilizzare l’energia prodotta dal sole anche di notte.

Incredibili i progressi fatti, infatti il nuovo PowerWall 2 ha più del doppio della capacità (13,5kWh contro i 6,4kWh del vecchio modello) in una dimensione leggermente più piccola e con al suo interno anche l’inverter.
Questa novità dell’inverter è un grande passo avanti in quanto oggi, volendo aggiungere un PowerWall al proprio impianto fotovoltaico, è molto spesso necessario sostituire l’inverter esistente o inserire un’interfaccia di comunicazione tra inverter esistente e PowerWall.

Il costo del PowerWall 2 sarà di circa $5.500 contro i $3.000 della vecchia versione (che non includeva però l’inverter).